Territorio

Cosa vi proponiamo:

Si possono prenotare in loco in anticipo escursioni di gruppo di Nordic Walking; uno sport adatto a tutti dai bambini agli anziani, consiste in una camminata a ritmo sostenuto con l’ausilio di bastoncini d’appoggio.

Per gli amanti della mountain bike e pronto ad accogliervi sempre su prenotazione Massimo (istruttore certificato), per accompagnarvi in luoghi incontaminati e ricchi di emozioni.

A pochi chilometri da noi chi vuole vivere una esperienza a contatto con i cavalli, si può trascorrere un po’ di tempo in loro compagnia con passeggiate immersi nella natura tra boschi profumati e silenziosi.

Non possiamo non proporvi una passeggiata lungo il lago artificiale della diga di Place Moulin (diga ad doppio arco alta 150 metri e lunga 690 metri che blocca tutta la valle costruita negli anni 1960), da qui partono tante altre escursioni che in base alla vostra preparazione fisica vi consentono di arrivare dove volete sempre ammirando il colore particolare del lago.

Per gli appassionati di pesca abbiamo proprio nel nostro comune una riserva speciale di pesca alla trota, lungo il torrente Buthier che si estende per ben tre chilometri.

In inverno si può approfittare delle piste di fondo e discesa nei comuni limitrofi, e se non avete voglia di confusione lo sci di alpinismo fa per voi qui troverete paesaggi mozzafiato e per i meno esperti ci sono le guide alpine che vi possono accompagnare, non dimenticando che per i meno avventurosi si possono affittare le ciaspole e fare delle belle passeggiate nella natura.

Tradizione e feste

Molto sentita e partecipata e la sagra della seupa a la valpellinetze che si tiene a fine luglio (27 Luglio patrono del paese), dove viene servita questo piatto tipico con la denominazione comunale (deco) la ricetta è stata tramandata dalle nonne di tutto il paese.

La fiera di Valpelline, nata come fiera del bestiame si svolge sempre la terza domenica di settembre ed è la più antica della Valle d’Aosta, oggi e anche una vetrina di prodotti tipici enogastronomici e accompagnata da un mercatino della tradizione, negli ultimi anni e stato anche organizzato una battaglia delle capre come contorno.

Il carnevale storico della Coumba Freida, con i costumi tipici le lanzette (costumi che risalgono al 1800 e con il passaggio di Napoleone nella nostra vallata per attraversare il Gran san Bernardo sono poi stati rivisionati ed abbelliti per dare sfoglio al costume attuale ). Questi costumi ricamati interamente a mano coloratissimi e pieni di fiori cercano di portare gioia e bellauspicio per la stagione avvenire, viene ripresa la divisa napoleonica con la giacca e spalline, le code di cavallo e specchietti accompagnati da urla e campanacci fan si che gli spiriti maligni volino via. Uno spettacolo da vivere in compagnia tra canti e bevute.

Niente di meno in autunno che con i colori dei nostri boschi ricchi di funghi e
bacche possono attirare una varia gamma di appassionati anche di foto della natura.